4 dicembre 1986, nascita dell’UAAR

Il 4 dicembre 1986, in una pizzeria di Padova, Rodolfo Costa, Martino Rizzotti e Lorena Ziron diedero vita alla nostra associazione.

Il 19 ottobre 1987 fu approvato il primo statuto e il 18 dicembre 1988 ebbe luogo la prima assemblea pubblica.

Il primo nome dell’associazione fu AAAR, poi mutato in UAAR.

Molti degli attuali iscritti in quegli anni erano in tutte altre faccende affaccendati (qualcuno non era ancora nato) e mai avrebbero immaginato che un giorno sarebbero stati costretti a difendere i propri diritti di non credenti aderendo a un’associazione.

Molte cose sono cambiate da allora: l’UAAR ha visto (e continua a vedere) un’espansione inimmaginabile per l’epoca (la nascita di tanti circoli territoriali, la nascita della rivista e l’adesione di tante personalità della cultura), nessuno o pochissimi tra i suoi fondatori è rimasto nell’associazione e diverse generazioni di iscritti si sono avvicendate nella sua evoluzione a dimostrare che (in mezzo a tutte le difficoltà incontrate) l’associazione è solida e ha manifestato tutte le caratteristiche per durare nel tempo.

La giornata del 4 dicembre è una festa per tutti gli iscritti dell’UAAR: una festa dal retrogusto amaro… perché nessun Paese civile dovrebbe avere bisogno di un’associazione come l’UAAR!

Siti correlati

 
 


Circolo UAAR di RomaVia Ostiense 89, 00144 Roma — Tel. 06 575 7611 - 338 316 3509 — e-mail