14 luglio, anniversario della presa della Bastiglia


La Bastiglia, antica fortezza e carcere medievale nel centro di Parigi

Il 14 luglio 1789 a Parigi ebbe luogo quello che passerà alla storia come l’evento cardine delle Rivoluzione francese.
L’11 luglio il re Luigi XVI aveva destituito il ministro delle finanze Necker, ricostituendo completamente il ministero.
Questo evento venne interpretato dal popolo come un colpo di mano dell’ala conservatrice; sapendo che truppe erano in avvicinamento e memori della notte di San Bartolomeo, i parigini si prepararono alla lotta.
La situazione precipitò tra il 12 e il 13 luglio quando la guardia cittadina (a favore del popolo) uscì dalle proprie caserme mettendo in fuga i dragoni realisti.

L’assalto alla fortezza (adibita a prigione politica) avvenne il 14 e i combattimenti durarono quattro ore, al termine delle quali rimasero sul terreno diverse tra guardie e rivoltosi e il marchese de Launay.

La presa della Bastiglia è ricordata ancora oggi come la vittoria del popolo contro la tirannia monarchica oscurantista e clericale (il cosiddetto Ancien Régime) auspicata dall’illuminismo, e ha segnato l’evento di svolta nella storia delle rivoluzioni democratiche.

Questa giornata si festeggia con manifestazioni stanziali, tra le quali la più importante è quella che si tiene tra piazza Farnese (di fronte all’ambasciata di Francia) e Campo de’ Fiori (dove tutte le associazioni laiche si danno appuntamento).

Siti correlati

 
 


Circolo UAAR di RomaVia Ostiense 89, 00144 Roma — Tel. 06 575 7611 - 338 316 3509 — e-mail