La basilica di Santa Banda della Magliana


L’iscrizione latina sotto il timpano della facciata di sant’Apollinare: «Indulgenza piena e perpetua per vivi e morti». Soprattutto se pagano…
(Foto: Sergio D’Afflitto)

Il nome è cattedrale di sant’Apollinare e si trova nella piazza omonima a Roma.

In tale chiesa è sepolto Enrico De Pedis, altrimenti noto come Renatino (1954-1990), boss della più efferata gang criminale della storia recente italiana, nota con il nome di Banda della Magliana.

La sepoltura del criminale, ucciso, pare, in un regolamento di conti tra malavitosi nel 1990, fu voluta dall’allora cardinale vicario di Roma Ugo Poletti e fu ufficialmente motivata (secondo il porporato) dall’attività filantropica dello stesso De Pedis; più presumibilmente, in ragione dei servigî e del lavoro sporco che l’organizzazione criminale offrì a cavallo tra gli anni settanta e ottanta alla frangia ecclesiale di cui faceva parte lo stesso cardinale.

Varrà qui la pena di ricordare che a Piergiorgio Welby non fu concessa neanche una Messa in chiesa a causa della sua scelta di porre fine in anticipo ai suoi giorni per non soffrire ulteriormente di una malattia che lo aveva condannato a morte sicura.

 
 


Circolo UAAR di RomaVia Ostiense 89, 00144 Roma — Tel. 06 575 7611 - 338 316 3509 — e-mail